Home page Separatore Cosa facciamo Separatore News Separatore PER UN DISTRETTO A MISURA DI FAMIGLIA

PER UN DISTRETTO A MISURA DI FAMIGLIA

PER UN DISTRETTO A MISURA DI FAMIGLIA

Intervista a Annemie Hendrickx, socia fondatrice di Trentino Social Tank

di Laura Ruaben

Si sta per completare il trasferimento di Con.Solida da via Brennero a via Rienza degli uffici di segreteria, comunicazione e amministrazione, che si aggiungeranno così a quelli dedicati ai servizi al lavoro e formazione, oltre che all’incubatore sociale Trenino Social Tank e all’impresa sociale Arti.co. Il cambiamento di sede non è legato solo a questioni logistiche e organizzative, ma anche ad un progetto “ di rigenerazione urbana e di risalita” socio culturale che si svilupperà in una molteplicità di azioni. Una di queste è stata attivata da Trentino Social Tank: la costruzione del distretto famiglia. Ne abbiamo parlato con Annemie Hendrickx, referente del progetto.

Partiamo dagli obiettivi. Quali sono?
Costruire questo tipo di distretti vuole dire promuovere lo sviluppo responsabile del territorio e valorizzare la famiglia, pensando al suo benessere sociale. Per arrivarci è indispensabile conoscere il contesto, quindi occorre coinvolgere attivamente tutti coloro che abitano il territorio, la comunità, le realtà della cooperazione, le associazioni e le istituzioni; fare un’analisi per individuare quali attività già vengono svolte e quali sono i bisogni non ancora soddisfatti. Attraverso una sperimentazione si arriverà poi alla costituzione vera e propria del distretto con servizi anche nuovi che risponderanno alle esigenze della famiglia.
La mission di TST è sostenere lo sviluppo di inizative imprenditoriali, lancia concorsi di idee e offre servizi a imprese già mature. Perché allora si fa promotore del distretto per la famiglia?
Trentino Social Tank coordina l’iniziativa e si propone come un laboratorio, uno spazio attivo in cui si sviluppano progetti che rispondono ai bisogni del territorio e che creano benessere, in questo caso per la famiglia. Trento nord è un territorio che non ha radici, che è cambiato molto negli ultimi anni; coinvolgere le famiglie che vi abitano è un modo per tornare ad investire su chi di fatto potrà diventare protagonista di una comunità che si sta sviluppando. Per capirlo basta guardare fuori dalle vetrate della nostra sede, che si trova al piano terra di un insieme di palazzine abitate da giovani, famiglie con bambini e anziani, provenienti da vari Paesi e che spesso non hanno una rete.

Prima ha accennato alle fasi del progetto. A che punto è ora?
Abbiamo concluso la fase della raccolta dati che ci ha permesso di individuare quali realtà sono presenti sul territorio - tra le quali la parrocchia, le cooperative sociali, le associazioni, il polo sociale di Gardolo – e quali servizi sono a disposizione delle famiglie. Ora rappresentando questi dati in una mappa che sarà consultabile dalla cittadinanza e un’importante fonte di informazioni sulle realtà di Gardolo. Presto questa analisi di contesto sarà approfondita e interpretata attraverso interviste, colloqui con le persone della zona per capire i “vuoti di mercato”, i bisogni reali ancora da soddisfare.

Quale metodo state adottando?
“Mettiamo assieme le forze” in una logica di rete tra la comunità, la cooperazione sociale, le diverse realtà del territorio che investono sul benessere familiare. Insieme agli attori del territorio costituiremo un gruppo di lavoro che cercherà di elaborare proposte, di organizzare in una rete i servizi già esistenti e, se necessario, creare nuove modalità di intervento per soddisfare i bisogni emergenti. In questo lavoro partiremo dalle cooperative socali che operano nella zona e sentiremo quelle associate al consorzio che hanno sviluppato esperienze simili alla nostra, come ad esempio, la cooperativa Kaleidoscopio, che fa parte del distretto di Povo con la famiglia cooperativa di Povo.

News

1,2,3...STORIE!

1,2,3...STORIE!

1,2,3...STORIE!
UNO SCAMBIO VIRTUOSO

UNO SCAMBIO VIRTUOSO

UNO SCAMBIO VIRTUOSO

Appuntamenti

18 Mag 09:54 - 28 Mag 20:00

1,2,3… STORIE!: IL FESTIVAL DELLA NARRAZIONE

1,2,3… STORIE!: IL FESTIVAL DELLA NARRAZIONE DIVENTA PROVINCIALE
18 Mag 09:45 - 27 Mag 12:45

Alpi avvia la nuova attività al Pioppeto

Il 27 maggio inaugurazione dell'autolavaggio al Pioppeto